Il significato della maschera da Eyes Wide Shut ai riti iniziatici

Se gli antichi greci non osavano mostrarsi in pubblico senza protezione durante i loro spettacoli teatrali e lo stesso Plutone amava le maschere come il mistero e le illusioni, cosa si cela davvero dietro la maschera? Qual è il suo segreto più intimo? In questo articolo parlerò del significato della maschera da Eyes Wide Shut ai riti iniziatici.

Indossare una maschera non è demoniaco come la pensavano i Padri della Chiesa antica. Potessero vedere quante maschere indossiamo ogni giorno, a volte inconsapevolmente altre meno, saremmo stati tutti condannati per diavoleria.

Chi pensa che indossare una maschera sia la dichiarazione della falsità, sbaglia.

Il significato della maschera

Pensa solo a quante volte cambi atteggiamento o outfit a seconda di chi incontri e dove lo fai. Certo, è la parte meno interiore, quella meno esoterica, ma non siamo anche questo noi umani: apparenza e sostanza?

Nelle varie epoche e culture la maschera aveva il compito di svelare una personalità, una persona e il suo carattere. Pensiamo all’attore di teatro per esempio. L’attore cerca quali corde suonare per interpretare un personaggio e si aiuta indossando una maschera.

Il suo lavoro non è forse un’operazione chirurgica paragonabile a quella mistica che affonda le sue radici nelle antiche cerimonie sacre? Sciamani, sacerdoti e stregoni invocavano gli Dei solo dopo essersi mascherati. Pensa al potere che veniva dato a questo oggetto. Quasi a dire che, senza, non avrebbero subito la trasformazione del sé che serviva per rivelare il mistero ai profani attoniti e sgomenti.

Pensa quanto fascino dietro una maschera, in alcuni casi, inquietudine.

La stessa inquietudine che si prova quando di fronte a un uomo mascherato cerchi di entrare nelle fessure per svelarne un nome, un volto, un’identità.

Il significato della maschera

Il significato della maschera in Eyes Wide Shut

E come ce la spiega bene questa inquietudine il film Eyes Wide Shut di Kubrik. Tom Cruise che vaga nell’invisibile per trovare un volto amico, reale. Nella maschera di Kubrik ha visto la perdita del proprio ego, la rinuncia all’identità svelata, il mistero e la sensualità. Quella maschera parlava di intrighi, di sacrifici, di odori e sensazioni proibite. Uno scudo per non farsi giudicare, per sfogare i propri istinti animaleschi con un tocco di brivido mistero.

La maschera di Kubrik è definita il suo testamento spirituale e la rende protagonista insieme alla sessualità senza amore. Il potere dell’oscurità che ci priva del bacio, delle tenerezze e della fiducia e che, al contrario, ci rende maschere, senza Io e senza libero consenso.

Quelle maschere ideate e costruite da chi ha saputo cogliere l’arte dell’essenziale, una capacità di sintesi che solo i maestri veneziani potevano raggiungere. Sono della Bottega dei Mascareri, artigiani abilissimi di Venezia, cui fanno visita migliaia di persone al mese, da tutto il mondo.

La magia che si respira nei loro laboratori si può sentire solo se hai la fortuna di andarci, e io amante delle maschere, te lo consiglio vivamente.

Una cosa fa la differenza su tutto: quando è la maschera a prendersi gioco di te

Succede quando la si indossa senza preparazione, per scimmiottare qualcosa o qualcuno allora si è indegni del suo potere e la maschera si prende la sua rivincita svuotando l’Io di chi la indossa. Penso per esempio all’indifferenza, alla superficialità, alle violenze gratuite, alla maleducazione. Tutte maschere che l’uomo moderno indossa e lo disorientano ancora di più.

La maschera ha una carica energetica molto potente: è come osservare il sole senza protezione: i suoi raggi possono essere benefici quanto mortali.

La maschera nei riti iniziatici

Nei riti di iniziazione per esempio si utilizza la maschera per salvare il profano dagli iniziati, funge da mediatore tra i piani superiori e gli uomini. Togliersi la maschera è impensabile se non si sono superate delle prove iniziatiche. La consapevolezza dell’uomo sta nel prendersi il rischio di non trovare ciò che si sta cercando, di volere esternamente ciò che in realtà dentro è negato. Senza la consapevolezza del valore della maschera in questo caso nulla ha senso.

“Con la maschera sei nessuno, e quando sei nessuno, puoi diventare tutti”

Marianna Bonavolontà

Simbolicamente rappresenta l’uguaglianza, ma è più tagliente di una lama affilata.

Puoi indossare tante maschere nella vita, l’importante è farsi assumere da loro per realizzare un destino più alto.  Altrimenti c’è l’inevitabile smascheramento che è tipico di chi indossa una personalità nascosta, ma camuffata in buonismo.

Questo misterioso oggetto ci ha accompagnato dalla notte dei tempi. Il significato della maschera da Eyes Wide Shut ai riti iniziatici in fondo ha lo stesso scopo. Protezione, difesa e mistero.

Pensa solo che nella preistoria mascherarsi faceva parte di un cerimoniere. Indossare le pelli degli animali e imitarne le gesta era un rito propiziatorio e un modo per richiamare gli spiriti buoni in terra.

Anche se il linguaggio della maschera è per lo più cifrato, il codice dei significati varia a seconda degli usi e dei costumi dei popoli. Per poter entrare nelle diverse culture dovremmo fare delle ricerche approfondite. In questo caso, mi sono limitata a paragonare, anche se incautamente, Eyes Wide Shut che ha avuto successo grazie alla maschera, puramente estetica, con quelle dei riti iniziatici molto più simboliche e pregne di storia. Ultime, ma non ultime, quelle che indossiamo dall’alba al tramonto, spesso ingiustamente demonizzate, anche se sono quelle che meglio ci rappresentano.

In fondo la maschera annulla le mille che indossiamo ogni giorno per abitudine, convenienza, opportunismo o pietà. Basta saperlo.

M.

 

Rispondi

You May Also Like
Read More

Le T-shirt gentili

Forse non lo sai ma anche tu hai il potere di migliorare l’ambiente che ti circonda. C’è bisogno di indossare la gentilezza per ricordarci che noi donne siamo forti essendo gentili e gli uomini dolci essendo forti. Scopri la filosofia delle maglie gentili e, se ti va, unisciti a me… Leggi per saperne di più
Read More